I cookies ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookies.
In che modo Accademia Grafologica Crotti di Edvige Crotti utilizza i cookie:
Un cookie è un breve testo inviato al tuo browser da un sito web visitato. Consente al sito di memorizzare informazioni sulla tua visita, come la tua lingua preferita e altre impostazioni. Ciò può facilitare la tua visita successiva e aumentare l'utilità del sito a tuo favore. I cookie svolgono un ruolo importante. Senza di essi, l'utilizzo del Web sarebbe un'esperienza molto più frustrante.
I cookie vengono utilizzati per vari scopi. Li utilizziamo, ad esempio, per memorizzare le tue preferenze per SafeSearch, per rendere più pertinenti gli annunci che visualizzi, per contare il numero di visitatori che riceviamo su una pagina, per aiutarti a registrarti ai nostri servizi e per proteggere i tuoi dati.
Le nostre norme sulla privacy spiegano come tuteliamo la tua privacy durante l'utilizzo di cookie e altre informazioni.
Puoi visualizzare qui sotto un elenco dei tipi di cookie:
Nel tuo browser potrebbero essere memorizzati alcuni o tutti i cookie elencati qui di seguito. Puoi visualizzare e gestire i cookie nel tuo browser (anche se è possibile che i browser per dispositivi mobili non offrano questa visibilità).
Preferenze: Questi cookie permettono ai siti web di memorizzare informazioni che modificano il comportamento o l'aspetto dei siti stessi, come la lingua preferita o l'area geografica in cui ti trovi. Memorizzando l'area geografica, ad esempio, un sito web potrebbe essere in grado di offrirti previsioni meteo locali o notizie sul traffico locale. I cookie possono anche aiutarti a modificare le dimensioni del testo, il tipo di carattere e altre parti personalizzabili delle pagine web.La perdita delle informazioni memorizzate in un cookie delle preferenze potrebbe rendere meno funzionale l'esperienza sul sito web ma non dovrebbe comprometterne il funzionamento.
Sicurezza: i cookie di sicurezza sono utilizzati per autenticare gli utenti, prevenire l'uso fraudolento delle credenziali di accesso e proteggere i dati degli utenti da soggetti non autorizzati. La combinazione di questi due cookie permette di bloccare molti tipi di attacchi, ad esempio i tentativi di rubare i contenuti dei moduli che completi sulle pagine web.
Processi: I cookie dei processi contribuiscono al funzionamento dei siti web e all'offerta dei servizi che i visitatori si aspettano di trovarvi, ad esempio la possibilità di navigare tra le pagine o di accedere ad aree protette del sito. Senza questi cookie, il sito non può funzionare correttamente.
Stato della sessione: I siti web spesso raccolgono informazioni sul modo in cui gli utenti interagiscono con essi. Ciò può includere le pagine visitate più spessodagli utenti e l'eventualità che gli utenti ricevano messaggi di errore da determinate pagine. Utilizziamo questi "cookie relativi allo stato della sessione" per migliorare i nostri servizi e l'esperienza di navigazione dei nostri utenti. Il blocco o l'eliminazione di questi cookie non renderà inutilizzabile il sito web.
Analytics: Google Analytics è uno strumento di analisi di Google che aiuta i proprietari di siti web e app a capire come i visitatori interagiscono con i contenuti di loro proprietà. Si può utilizzare un set di cookie per raccogliere informazioni e generare statistiche di utilizzo del sito web senza identificazione personale dei singoli visitatori da parte di Google.
Gestione dei cookie nel browser:
Alcune persone preferiscono non abilitare i cookie e per questo motivo quasi tutti i browser offrono la possibilità di gestirli in modo da rispettare le preferenze degli utenti.In alcuni browser è possibile impostare regole per gestire i cookie sito per sito, opzione che ti offre un controllo più preciso sulla tua privacy. Ciò significa che puoi disabilitare i cookie di tutti i siti, ad eccezione di quelli di cui ti fidi.Nel browser Google Chrome, il menu Strumenti contiene l'opzione Cancella dati di navigazione. Puoi utilizzare questa opzione per eliminare i cookie e altri dati di siti e plug-in, inclusi i dati memorizzati sul tuo dispositivo da Adobe Flash Player (comunemente noti come cookie Flash). Consulta le nostre istruzioni per la gestione dei cookie in Chrome.
Un'altra funzione di Chrome è la sua modalità di navigazione in incognito. Puoi navigare in modalità in incognito quando non vuoi che le tue visite ai siti web o i tuoi download vengano registrati nelle cronologie di navigazione e dei download. Tutti i cookie creati in modalità di navigazione in incognito vengono eliminati dopo la chiusura di tutte le finestre di navigazione in incognito.

Accademia Grafologica Crotti di Edvige Crotti

Evi Crotti Internazionale

Cartina geografica della provenienza dei visitatori al sito web evicrotti.com:

...oltre 100 Stati   ...oltre 1500 città italiane 

...oltre 31.000 visualizzazioni video Youtube

L’IMPORTANZA GENITORIALE NELLA VITA DEI FIGLI.

Se la madre è la radice che nutre per irrobustire l’Io del piccolo, il padre lo alimenta e lo porta verso il mondo della realtà, dandogli un “concime sano” che lo rinforzo nella crescita sociale, favorendo così simbolicamente la comparsa di frutti sull’albero della vita del ragazzo. Due modi diversi ma interattivi di amare.


E quando avviene la separazione come ci dobbiamo comportare?
E’ una realtà della quale non possiamo esimerci, ma occorre che siamo pronti a sanare rapidamente la ferita, perché se per l’adulto tale scelta è a volte necessaria, per i figli è sempre e comunque motivo di sofferenza.


Occorre quindi attivare un nuovo approccio verso i figli affinché accettino, loro malgrado, la nuova situazione. Essi sono pronti, a volte più dell’adulto, al cambiamento. Ragionano un po’ come papa Francesco: piuttosto che subire “burrasche e strilli” è meglio una buona separazione, purché questa non sia una guerra.
Dopo un’esperienza andata male occorre un nuovo approccio alla nuova famiglia per evitare il perpetuarsi di una sofferenza dovuta a litigi continuati per l’ egoismo dell’adulto.
Ho assistito a separazioni pessime dove i figli venivano usati per scopi poco edificanti e a divorzi portati avanti in modo civile: in quest’ultimo caso ne hanno beneficiato i figli, che hanno potuto vivere bene il rapporto con chi è subentrato nella sua vita.
Un aiuto ci arriva da San Giuseppe, il padre putativo di Gesù.
Egli ha saputo stabilire, come genitore indiretto o subentrato, un rapporto educativo amorevole seguendo la crescita di Gesù come fosse suo figlio.
E Gesù lo accettava come padre. “Né da carne né da sangue, ma dall’amore…. E’ un ipotesi, suggeritami dai figli di separati.
Mi raccontava Alberto di 12 anni: “non mi piace chiamarlo amico della mamma e così lo chiamo papà, pur sapendo che non è il mio padre naturale con il quale ho peraltro un rapporto sereno e forse anche migliorato”.
Per aiutarli nell’inserimento in una nuova famiglia e per poter stabilire con i nuovi componenti un’amicizia, occorre che i genitori, una volta separati, siano liberi da possessività, rivalità e gelosia verso colui o colei che deve sostituirli nell’educazione assumendo responsabilmente la nuova realtà.
La psicologa, docente all’Università La Sapienza di Roma, Anna Oliverio Ferraris in un suo libro auspicava che il cosiddetto “amico di mamma” o “l’amica di papà” venissero rispettivamente chiamati secondo papà e seconda mamma. Ciò  favorirebbe nei ragazzi un rapporto più sereno e costruttivo.
La seconda mamma o il secondo papà sarebbero paragonabili ad una funzione “putativa” con la chiarezza che essa non implica nessuna penalizzazione affettiva o nulla viene tolto al genitore naturale.
Se gli adulti riuscissero ad evitare di dimostrarsi come degli adolescenti cresciuti, forse tale soluzione farebbe diminuire la sofferenza che i ragazzi vivono comunque durante la separazione. Per fare ciò occorre però maturità da parte dell’adulto che deve evitare di usare i ragazzi come merce di scambio, mettendoli sotto inchiesta oppure utilizzandoli come palline da ping-pong.
Dice Mario: “Quando ritorno a casa della mamma, dopo essere stato col papà, subisco un interrogatorio: con chi sei uscito? C’era anche lei? Tu devi dire a tuo padre che vuoi stare solo con lui, e così via. Ciò mi mette in difficoltà perché io mi trovo bene anche con la nuova compagna di papà”.  
Così Marialuisa: ”Io mi trovo bene con mamma e col suo compagno, ma devo mentire con papà perché, con le domande che mi fa sento che è geloso del nuovo rapporto che è nato”.
I ragazzi hanno il diritto di essere amati come figli, ma senza ripicche poiché, che lo si voglia o no, la nuova famiglia potrebbe anche rappresentare una soluzione alla ferita della separazione che può essere rimarginata solo con la saggezza degli adulti. Da un evento difficile e doloroso potrebbe anche nascere qualcosa di positivo purché gli adulti sappiano agire con buon senso. Del resto, se è avvenuta una separazione vuol dire che qualcosa non andava.
San Giuseppe ci insegna che anche nei padri putativi c’è un cuore che batte, di paura e di ansia per il nuovo compito; ma se la separazione non subirà interferenze negative da parte di “consiglieri affrettati”, come parenti, amici o solo conoscenti, la nuova famiglia potrebbe lenire la ferita, perché di ferita si tratta e il miglior ”cerotto” è l’amore dei genitori sia naturali sia acquisiti.

Evi Crotti
Psicopedagogista, scrittrice ed esperta dell’età evolutiva

Il Giornale.it

Newsletter

Nome*
Cognome*
Email*


Chiede di essere iscritto alla newsletter

Accetto il trattamento dei dati personali che mi riguardano, che viene svolto nell'ambito della banca dati elettronici di Accademia Grafologica Crotti di Edvige Crotti nel rispetto di quanto stabilito dal D.Lgs.. 196/2003 sulla tutela dei dati personali. Il trattamento dei dati di cui Le garantiamo la massima riservatezza, è effettuato all'unico fine di aggiornarLa su iniziative culturali, su progetti in corso, su eventi speciali e su campagne informative di Accademia Grafologica Crotti di Edvige Crotti. I suoi dati potranno essere comunicati a terzi esclusivamente per finalità organizzative, e per essi Lei potrà richiedere in qualsiasi momento, la modifica e la cancellazione, scrivendo direttamente a Accademia Grafologica Crotti di Edvige Crotti.


I campi contrassegnati con * sono da compilare obbligatoriamente!