Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Usa le opzioni di Opt-out del tuo browser se vuoi disabilitare i cookie.

Articoli

33. ATTI DEL PRIMO CONVEGNO DI PSICOLOGIA E GRAFOLOGIA

 
Atti del primo Convegno di Psicologia e Grafologia

Vari

Librex Edizioni, 1986
In questo volume sono raccolte le relazioni del 1° Convegno di Grafologia e Psicologia del 1986, cui parteciparono esponenti di spicco dei due settori. In particolare per la Psicologia:
- Costante Scalpellini (Università Cattolica di Milano) – “L’azione come espressione della dinamica psichica”
- Fulvio Scaparro (Istituto Psicologia Fac. Lettere e Filosofia Università Statale di Milano) – “Spiralando su fogli e pareti”
- Enzo Funari (Istituto Psicologia Fac. Lettere e Filosofia Università Statale di Milano) – “Dall’immagine alla scrittura”
- Carmen Sala (Università Cattolica di Milano) – “Il disegno come indicatore cognitivo”
- Dario Varin (Istituto Psicologia Fac. Lettere e Filosofia Università Statale di Milano) – “L’ontogenesi della rappresentazione grafica nella matrice dello sviluppo simbolico infantile”
- Luciano Corradini (Istituto Pedagogia Università Statale di Milano) – “L’insegnamento della calligrafia”
- Achille Motta (Dipartimento Neuropsichiatria Clinica Biffi Monza) – “Test di scrittura e test di efficienza”
- Georges Abraham (Dipartimento di Psichiatria dell’Università di Ginevra a Torino) – “Segno e simbolo come base della legge analogica”
- Luigi Zoja (Centro Italiano di Psicologia analitica) – “Simbolo e produzione inconscia non onirica nella psicologia di Jung”
- Franca Romè (giornalista esperta di Psicosessuologia) – “La sessualità oggi: contraddizioni, ambiguità di una società apparentemente liberata da pesanti condizionamenti

E per la Grafologia:
- Evi Crotti (Fondatrice Scuola Grafologia morettiana a Milano) – “Dallo scarabocchio alla scrittura”
- Rosalba Trevisani (Istituto Italiano di grafologia di Trieste) – “Disgrafia e dislessia”
- Alberto Magni (Direttore didattico Scuola Crotti Milano) – “Il disordine come elemento di spicco nella scrittura di oggi”
- Bagattini, D’Agostino e Smotti (Scuola Crotti Milano) – “Lo scarso rendimento scolastico nell’età scolare”
- Michele Maero (Associazione Italiana Grafoanalisi per l’età evolutiva di Torino)– “L’emotività nell’età evolutiva attraverso la scrittura”
- Salvatore Ruzza (Scuola Superiore di Studi Grafologici di Urbino) – “La tipologia di Jung in Grafologia”
- Anne Marie Cobbaert (Société belge de Graphologie) – “ Conflictualitè ambivalence chez la juenesse”
- Aurelio Valletta (Scuola Esperti Scrittura di Bologna) – “Perizia grafica civile e penale”.

Le ripercussioni di quel convegno furono notevoli, specie perché da allora molte scuole grafologiche inserirono nella loro didattica altre materie complementarie.

Il Giornale.it

Scripta Manent - Rubrica a cura di Evi Crotti sul Giornale.it

LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI

 

CORSO ONLINE AVANZATO: Interpretazione del Disegno Infantile – Il disegno della famiglia".

Test per conoscere le emozioni e i sentimenti del bambino relativamente al suo inserimento all’interno del gruppo familiare.

  SUPER OFFERTA - LA PIÙ ECONOMICA DEL WEB! *

10€  anziché 150€

CLICCA QUI E SCOPRI TUTTI I DETTAGLI

Corso Triennale di Grafologia

fondata nel 1975 ad indirizzo morettiano col patrociniO dell'Istituto Grafologico Internazionale G.Moretti di Urbino

  APERTE LE ISCRIZIONI PER L'ANNO SCOLASTICO 2019 / 2020

CLICCA QUI PER TUTTI I DETTAGLI

LEGGI IL DEPLIANT INFORMATIVO